Foto di Moroseta Nana

Moroseta

Foto di Moroseta Nana
Pollastra di razza Moroseta, varietà Moroseta Nana Bianca.

Le Moroseta sono un’antica razza di polli ornamentali originaria delle Cina. Citata già da Marco Polo, i polli Moroseta vennero poi descritti da molti viaggiatori dell’estremo oriente, in particolar modo dai missionari gesuiti. Il nome Gallina Mora da Seta, contratto poi in Moroseta, fa riferimento non tanto al colore del piumaggio, ma al fatto che le Moroseta hanno la pelle nerissima. La cosa curiosa però è che la pigmentazione non si ferma all’epidermide, la carne, gli organi intenri e addirittura le ossa dei polli Moroseta sono infatti molto scure, quasi nere. Questa caratteristica sorprendente si ritrova anche in un’altra razza che alleviamo, l’Ayam Cemani, proveniente anch’essa dal sud est asiatico.

Il nome arcaico delle Moroseta allude anche ad un’altra caratteristica particolarissima di questi splendidi polli ornamentali. Al posto delle penne infatti le Moroseta hanno una soffice peluria che al tatto ricorda appunto la seta più fine. Caratteristica questa che rende questi bellissimi uccelli più simili a delle piccole ed eleganti principesse piuttosto che delle semplici galline. Tecnicamente il piumaggio serico è dovuto all’assenza degli uncini nelle barbule del piume, ma poco importa, quando si prende in braccio una Moroseta sembra più di carezzare un micio piuttosto che un pollo!

Le Moroseta hanno ancora una prerogativa veramente speciale. Sono infatti pentadattili, ovvero hanno cinque dita invece delle quattro dita della maggior parte dei polli. Ma non finisce qui, hanno anche un buffissimo ciuffo sulla testa, una cresta particolare chiamata cresta a noce e i medaglioni celesti, ovvero delle “guance” colorate di azzurro.

Tutte queste caratteristiche: piumaggio serico, carne e ossa nere, ciuffo, cresta a noce, pentadattilia, medaglione celeste… sono tutte dovute a geni recessivi. Ovvero questi geni si manifestano nel fenotipo (l’aspetto dell’animale) solo se la coppia di alleli di un dato gene sono omozigoti. Detto in parole semplice, basta incrociare anche inavvertitamente le galline Moroseta con un’altra razza per perdere immediatamente tutte le sue caratteristiche così peculiari. Questo significa che probabilmente questa razza si è evoluta in un contesto di segregazione genetica molto forte, che ha permesso l’esprimersi e il mantenersi di così tanti caratteri recessivi in un unico animale. Insomma, le galline Moroseta oltre ad essere dei dolcissimi e bellissimi batuffoli di pelo sono anche una curiosità genetica vivente!

Per quanto riguarda le caratteristiche gastronomiche, in oriente la carne delle Moroseta è estremamente rinomata, è considerata infatti la razza più pregiata dal punto di vista alimentare e le vengono addirittura attribuite proprietà curative. In occidente, complice anche la colorazione scura delle carni che in genere non incontra il nostro gusto, le Moroseta sono quasi esclusivamente allevate per la loro bellezza e non per fini alimentari.

Fra l’altro le Moroseta hanno un carattere molto docile e socievole, è facile abituarle alla presenza umana e —con un po’ di pazienza— riconoscono addirittura il proprio nome. Sono quindi un animale perfetto per abbellire un giardino e far felici grandi e piccini.

Nell’agriturismo Poggio Diavolino di Suvereto alleviamo moroseta nella colorazione bianca e perniciato argento (grigio sale e pepe).