Posted on 2 commenti

Come coltiviamo le nostre verdure (quasi) senz’acqua su inorto.org

Foto di un orto senz'acqua
Foto di un orto senz'acqua
L’orto dell’agriturismo Poggio Diavolino di Suvereto coltivato quasi senz’acqua.

Il portale inorto.org dedica un altro articolo all’orto biodiverso di Poggio Diavolino: come coltivare un orto senz’acqua con il cippato di ramaglia fresca.

La tecnica del cippato ci è molto cara, e la usiamo appunto per poter coltivare le nostre verdure antiche e dimenticate anche se abbiamo pochissima acqua a disposizione. Non è solo questione di far di necessità virtù, l’uso del cippato è una manna del cielo nell’orto, non solo per aumentare le riserve idriche del suolo, ma anche perché migliora incredibilmente salute, fertilità, vita del terreno.

Ma nell’articolo non si parla solo di questo, ma anche di consociazioni (in particolare delle “tre sorelle”: mais, zucca e fagioli) e di altre tecniche di aridocoltura.

Buona lettura e come al solito grazie di cuore a Nara per l’ottimo lavoro e la bellissima foto del nostro orto!

2 thoughts on “Come coltiviamo le nostre verdure (quasi) senz’acqua su inorto.org

  1. Grandi spero di venirvi a trovare presto

    1. Volentieri, sei la benvenuta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *